TERAPIA ORMONALE /art.nr.1: ESTROGENI…ormoni del benessere

TERAPIA ORMONALE /art.nr.1: ESTROGENI...Ormoni del Benessere
Uthe Bacher Bellezza e Benessere /TERAPIA ORMONALE /art.nr.1: ESTROGENI…Ormoni del Benessere

TERAPIA ORMONALE /art.nr.1: ESTROGENI…Ormoni del Benessere, della giovinezza e della fertilità…

Facendo parte dei  più potenti nel nostro corpo, gli estrogeni sono senza dubbio gli ormoni  femminili per eccellenza: sono gli ormoni della giovinezza e della fertilità, regolano il ciclo mestruale, la gravidanza e la menopausa, e donano al corpo femminile la sua “ femminilità” e la sua tipica “morbidezza”…

Maggiormente prodotti nell’ovaio, ma in parte anche da fonti secondarie come fegato, reni e ghiandole surrenali, una volta passati nel circolo sanguigno, gli estrogeni svolgono innumerevoli azioni e processi su vari organi, come ossa, cervello e cuore. ..

Eterni alleati delle donne gli estrogeni aiutano a mantenere elastici i nostri vasi sanguigni e le nostre articolazioni. Sono  responsabili di una pelle tonica e compatta, come anche della qualità delle nostre energie.. Anche la salute del seno, dell’ utero e dell’apparato urinario sono merito della presenza di estrogeni. .. Contribuiscono insomma a mantenerci giovani, agili e di buon umore…

Quella  degli estrogeni è una piccola famiglia. Chiamati infatti al plurale  non sono un unico ormone, ma vengono prodotti sotto forma di tre tipi: estradiolo, estriolo ed estrone, la cui quantità varia in base all’età, all’assetto genetico, allo stile di vita, alla percentuale di grasso corporeo, al numero delle gravidanze avute etc…

Quello che come termine ci appare un po’ più familiare è probabilmente l’estriolo…forse perché è legato alla fertilità, e rievoca le nostre gravidanze per chi ne ha avute; Viene prodotto infatti in grandi quantità dalla placenta proprio durante gravidanza…

l’estrone viene invece prodotto maggiormente dopo la menopausa. Viene utilizzato dalle ovaie come ormone di riserva per produrre l’estradiolo visto che le ovaie , in questa fase della vita,  sono di solito ormai atrofiche ..

E’ l’estradiolo,   in particolare il 17- beta – estradiolo l’ormone maggiormente responsabile delle maggiori funzioni che gli estrogeni esercitano a livello di tutte le cellule.

Con l’avvento della pre-menopausa, intorno ai 40 anni, purtroppo l’ ovaio inizia a produrne sempre meno fino a smettere poi del tutto, e in alcuni casi questa caduta può essere improvvisa,  mentre in altri potrebbe avanzare più lentamente, o  con un andamento oscillatorio ….

In entrambe le situazioni però è in questa fase che le donne di solito iniziano a sperimentare una certa quantità di disturbi che tutti conosciamo , ampiamente descritti in letteratura,  ossia vampate di calore, sbalzi d’umore, stanchezza costante, depressione, disturbi del sonno , cali di memoria e del desiderio sessuale…. Molte donne accusano problemi alle vie urinarie, come fastidiosi bruciori o secchezza o anche episodi precoci di incontinenza..

In carenza di estrogeni anche la pelle del viso e del corpo cambia: diventa rugosa, sottile e secca. Cambiano anche i capelli che  diventano sottili e radi… L’ indolenzimento alle ossa, un flusso mestruale scarso, assente o irregolare sono tutte manifestazioni da attribuire alla caduta degli estrogeni…

La ridotta produzione può inoltre portare a osteoporosi, ipertensione arteriosa, patologie cardiovascolari, aumento di peso, eccessiva produzione di insulina, che determina ipoglicemia, da cui può conseguire successivamente il diabete…

Sembra una vera crudeltà, ma questi sono i fatti purtroppo: terminata l’età fertile, cala il sipario…
Accade a tutti.  Tutti gli uomini e tutte le donne prima o poi attraversano il declino ormonale.  Fa parte della nostra natura e del nostro processo evolutivo, e non c’è scampo…

I sintomi , che sono molto individuali,  non sono altro che una segnalazione del nostro  corpo per comunicare con noi e chiederci aiuto…

La buona notizia è che il rimedio c’è. non dobbiamo stare lì e a soffrire in silenzio come erano costrette a fare le nostre mamme e le nostre nonne,  ma possiamo vivere una vita piena  e sentirci bene nella nostra pelle grazie all’integrazione ormonale con ormoni bioidentici…

Qual’è la quantità di estrogeni ideale a questa età…? Quanto dobbiamo integrare? Sicuramente la carenza è quantificabile attraverso un prelievo di sangue, ma anche una volta rilevati i livelli, è bene osservare accuratamente noi stessi e le nostre sensazioni. Ci sono donne che per “funzionare” bene hanno bisogno di grandi quantità di estrogeni, altre meno. Ogni donna sa esattamente dove sta la propria incompletezza, e solo con una profonda conoscenza di se stesse e del proprio corpo , potrà parlarne con il proprio specialista, e farsi aiutare veramente…

Sulla sua utilità di queste terapie non ci sono ormai più dubbi. Con l’integrazione ormonale è possibile mantenere inalterato il nostro fascino , stare meglio con noi stessi e a migliorare la qualità della nostra vita in generale…

E vorrei informare i signori maschi che mi stanno leggendo che quella degli ormoni non è assolutamente soltanto una “questione femminile”, ma che anche loro, in risposta a esigenze diverse  e a disturbi personali specifici, e adottando protocolli adeguati, possono trovare beneficio nell’integrazione ormonale 🙂

Per  informazioni ed appuntamenti : infochirurgiaesteticasicura@gmail.com / +39 348 9289744

 

 

 

Lascia un commento