TERAPIA ORMONALE /art.nr.2: PROGESTERONE..L’ORMONE DELL’EQUILIBRIO

TERAPIA ORMONALE /art.nr.2 : PROGESTERONE , L’ORMONE DELL’EQUILIBRIO

Spesso la caduta degli estrogeni nelle donne è preceduta dal calo dell’ormone  progesterone..

 

Anche il progesterone  viene  sinetizzato dall’ovaio e dal surrene, in quantità moderate nella prima fase del ciclo, ed in quantità decisamente più elevate nella seconda, ossia dopo l’ovulazione…  

Per le sue funzioni viene spesso chiamato  “ormone della gravidanza”  perché è proprio  questo  il suo compito principale,  e cioè  di preparare  l’utero per accogliere l’embrione e quindi di rendere  il corpo femminile  pronto per la fecodazione e la gravidanza,  durante la quale il progesterone viene prodotto in quantità massicce dalla placenta,  e dove inoltre  durante i  nove mesi  esso impedisce nuove  ovulazioni. Nel caso in cui il concepimento invece non avviene, la sua riduzione  porta allo sfaldamento della mucosa uterina e quindi alle mestruazioni…

E’ inoltre un buon indicatore del corretto svolgimento del ciclo e della fertilità.  Livelli alti o bassi di progesterone del sangue possono infatti mettere a rischio il concepimento

Ma esistono anche altre buone funzioni svolte da questo ormone: agisce come  ottimo calmante , svolge una buona azione  antistress e favorisce il sonno e il rilassamento muscolare… 

Ha  un effetto diuretico;  una sua carenza invece,  rispetto agli estrogeni , favorisce gonfiore e ritenzione idrica  nelle gambe, nei piedi, nelle mani, nell’addome e nel viso  . 

Migliora il microcircolo,  fornisce   tono ed l’elasticita  alla pelle e  agevola la crescita dei capelli. Controlla il  ritmo e la regolarita’ del ciclo, riduce i dolori mestruali, stimola l’attivita’ della  melatonina e dell’ormone della crescita, mentre contrasta alcune azioni negative del testosterone, come ad esempio la caduta dei capelli.

 Possiede anche  azioni antidolorifiche ed anticonvulsivanti. Nella pre-menopausa è responsabile di quella tipica irregolarità del ciclo  che  ne precede l’arresto definitivo..

 Naturalmente durante le terapie ormonali   dovrà  essere assunto  in associazione agli estrogeni, di cui  potenzierà  gli effetti benefici su cervello, ossa, pelle, capelli ed apparato cardiovascolare…

Al contrario, un suo eccesso  rispetto agli estrogeni  potrebbe favorire disturbi come aumento di peso, diabete, calo del desiderio sessuale, depressione, stanchezza e sonnolenza… 

  Quando parliamo di tutti questi benefici  stiamo  ovviamente parlando del Progesterone naturale,   prodotto dal corpo umano o assunto nella terapia ormonale sostitutiva come  bioidentico perché è l’unico che  riproduce esattamente gli effetti di quello umano,  senza fermarne tra l’altro la produzione…

 Il progestinico invece che viene invece  utilizzato nella composizione dei contraccettivi orali e nella terapia ormonale sostitutiva classica è  un tipo di progesterone   manipolato chimicamente  e che mima gli effetti del progesterone piuttosto che esplicarli, e che può  produrre nel lungo termine effetti assolutamente contrari a quelli di quello  naturale :

 caduta di capelli, ritenzione idrica, aumento della fame e del peso corporeo, acne, sbalzi di umore, mal di testa, senso di stanchezza,  ipertensione,   anomalie del profilo lipidico, della glicemia e della coagulazione del sangue.. 

Detto questo, pur essendo  un ormone  prettamente femminile, anche  all’uomo  – quando serve –  un po’ di progesterone  non guasta: aiuta a controllare gli estrogeni  e quindi a prevenire l’insorgenza di malattie cardiovascolari e osteoporosi,  l’ingrossamento della prostata, l’accumulo di grasso nel girovita e  le disfunzioni erettili 🙂

Per  informazioni ed appuntamenti : infochirurgiaesteticasicura@gmail.com / +39 348 9289744

 

Lascia un commento