GLUTEOPLASTICA…UN PIATTO BRASILIANO..!

Gluteoplastica..un piatto Brasiliano…!!

La gluteoplastica sta diventando anche qui da noi un intervento molto popolare..    Dobbiamo riconoscere  che l’aspetto estetico dei glutei  ha assunto  negli ultimi anni un’importanza fondamentale nella moda e nell’abbigliamento…

Dopo aver ambito per anni ad avere un didietro mignon, e ad  essere intervenute con diete e liposuzioni ad hoc, oggi  avere glutei pieni rotondi e formosi da intravedere sotto abiti avvolgenti,  gonne fascianti e leggings è diventato invece assolutamente un must. 

Il lato B è oggi simbolicamente e concretamente considerato uno dei punti hot del corpo femminile,    da sempre emblema di femminilità e sensualità, nonché indice di un  corpo allenato, giovane e scattante  , al punto di diventare  un vero culto…

Ci sono donne famose che ne hanno fatto un punto di riferimento in termini di moda e sex appeal, assicurandolo per milioni di dollari,..

La prima che viene in mente è sicuramente  la mitica JLo  (da vedere nel video Bootie con la sensualissima Iggy Azalea),  la procace Kim Kardashian, la cantante Beyoncè,   assolute pioniere di questa tendenza,  ma anche donne come Paris Hilton o Miley Cyrus  sono   degne di attenzione,  anche se meno curvy , perchè  comunque   dotate  di fondoschiena notevoli,  e  tutte potenziali vincitrici  nella gara per  diventare  regine del twerking..

Del resto anche mentre noi ci ostinavamo ad entrare nei jeans a vita bassa dalla taglia 38, agli uomini  il lato B generoso in realtà  è sempre piaciuto;  lo testimoniano le milioni di visualizzazioni che il video di “Booty”  di JLo ha ricevuto… 

E poi…Alzi la mano la donna che  non ha sognato almeno una volta di avere un lato b come quello di Jennifer Lopez ..!? ..nessuna, eh..?

Beh, ll potenziale per avere glutei formosi dipende molto dalla genetica, ma si può in ogni caso fare molto  per  accentuarli e tonificarli con l’allenamento  in palestra, l’alimentazione e anche attraverso tattiche utilizzate nell’ abbigliamento. ..

Ma quando lo svuotamento , che può essere anche  la conseguenza di una forte perdita di peso, oppure del classico crollo ormonale, è tale che la palestra e l’alimentazione da sole non  bastano, come in tutte le tendenze che fanno moda,  anche in questo caso molte donne sentono il desiderio  di intervenire chirurgicamente per  ritrovare l’ armonia del loro corpo .. 

Un intervento   in grado di valorizzare in maniera eccellente  e definitiva questa parte del corpo  è  la gluteoplastica,  

chirurgia  di solito   eseguita in anestesia locale con sedazione in regime di day-hospital,  (oppure anche in anestesia generale con una notte di ricovero ) che prevede   l’impianto di  protesi in gel di silicone  simili a quelle utilizzate per l’ingrandimento del seno.. 

Forma e le dimensioni delle protesi vengono valutate insieme al chirurgo durante la visita pre-operatoria,  in base alla  forma e alle dimensioni dei glutei della paziente  e al risultato che  si vuole   ottenere.  Anche qui – come nell’ingrandimento del seno –  si potrà scegliere tra protesi di varie misure, e tra il modello  anatomico e quello dalla forma circolare…

 la cicatrice scompare  perché nascosta tra i due glutei , dove  l’incisione    verrà  praticata nella parte superiore  in prossimità dell’ano,  e questo accesso  la renderà  praticamente invisibile.. 

La  collocazione della protesi sarà quella intramuscolare, cioè in un piano ricavato dal chirurgo    sezionando le fibre del muscolo grande gluteo (esattamente come avviene nella tecnica sottomuscolare del muscolo pettorale nel caso di impianti mammari) in modo tale che la protesi riceva un accoglienza ideale. Questo tipo di collocazione è la migliore ed esclude i fastidi postoperatori come  spostamenti delle protesi che accadeva  quando queste venivano  impiantate troppo superficialmente –  direttamente  sotto la cute  –   oppure  possibili disturbi al nervo sciatico quando invece –  al contrario –  le protesi venivano impiantate troppo profondamente , completamente sotto il muscolo. ..

  Per chi ne è sufficientemente fornito,  un risultato al top potrebbe essere ottenuto aggiungendo all’impianto della protesi il proprio grasso,  combinando  la gluteoplastica con un lipofilling nelle aree che lo necessitano, e creando in questo modo    una  copertura tissutale ottimale.

Il grasso che ci viene in aiuto in questo caso viene    prelevato – con una piccola liposuzione –  da una parte del corpo dove ne abbiamo in eccesso e trasferito dove ne abbiamo la necessità. ( e in questo modo ci prendiamo  come side-effect anche una liposcultura che potrebbe tornare comoda a chi  gradisce  – in una sola seduta operatoria – ad  allontanare  fastidiosi cuscinetti di grasso )… 

I glutei trattati con questa combinazione di tecniche  avranno come risultato un effetto davvero strepitoso…  e nessuno al mondo noterà la presenza di una protesi, ne alla vista, ne al tatto…

…Tranne nel caso in cui   chi tocca  è un  abile chirurgo plastico 😉 

Per  informazioni ed appuntamenti : infochirurgiaesteticasicura@gmail.com / +39 348 9289744

 

Lascia un commento