TERAPIA ORMONALE /art nr.8: LA TIROIDE, UNA COLONNA PORTANTE PER LA NOSTRA SALUTE

TERAPIA ORMONALE: LA TIROIDE, UNA COLONNA PORTANTE PER LA NOSTRA SALUTE
TERAPIA ORMONALE: LA TIROIDE, UNA COLONNA PORTANTE PER LA NOSTRA SALUTE – uthe bacher bellezza e benessere

  TERAPIA ORMONALE/ art nr.8: LA TIROIDE, UNA COLONNA PORTANTE PER LA NOSTRA SALUTE…Tiroide e Ipofisi, i nostri direttori d’orchestra…

La tiroide,  questa piccola ghiandola a forma di farfalla situata nella parte anteriore del nostro collo è una specie di addetto alla regia per quanto riguarda tutta una serie di stimoli e condizionamenti per il nostro metabolismo cellulare..

Una ottimale attività della ghiandola tiroide ci farà stare bene, mentre una sua funzione ridotta oppure sovradimensionata avrà ripercussioni su altre aree ormonali….

Il compito della tiroide è quello di produrre gli ormoni tiroidei: Insieme all’ipofisi , un’altra piccola ghiandola situata alla base del nostro cervello  questo compito verrà eseguito nell’ambito di un meccanismo di feedback, o equilibrio, o autoregolazione della produzione ormonale…

L’ipofisi è capace di modificare continuamente la propria attività in relazione alla situazione ormonale dell’organismo. Qualora fosse necessario incrementare o ridurre la produzione ormonale, l’ipofisi ne informa la tiroide attraverso il TSH …

Se la quantità di ormoni tiroidei in circolo è sufficiente, la ghiandola smette di produrli . Quando invece il corpo ne ha bisogno, la ghiandola tiroide riprende a rilasciarli….
la secrezione di TSH è soggetta tra l’altro ad un duplice controllo: da un lato viene stimolata dall’ipotalamo, e dall’altra viene inibita dagli ormoni che esso stesso contribuisce a produrre. Viceversa il calo degli ormoni tiroidei provoca un aumento del TSH, che a sua volta stimola la secrezione tiroidea…

Lo Scopo di questa autoregolazione è di mantenere costanti i livelli degli ormoni nel sangue: Quando la produzione di ormoni tiroidei è bassa, solitamente si avvertono sintomi come depressione, stanchezza, cali della memoria e della concentrazione, apatia, disinteresse…

Quando la tiroide è invece iperattiva, avremo sintomi opposti: ansia, agitazione, tremore, insonnia, sudorazione, sensibilità al caldo, dimagramento, tachicardia….

Con l’arrivo della menopausa tutto il nostro metaolismo cambia, ed entra in una specia di “fase di pigrizia” e anche la tiroide , per ragioni spesso ereditarie, in questo periodo entra in crisi…

C’è da dire che ormoni tiroidei e ormoni sessuali femminili sono in qualche modo in correlazione tra loro, o meglio: esiste una interazione tra i due assetti ormonali: Nel periodo fertile della donna, le ovaie sono gli organi deputati alla produzione di alcuni ormoni e alla maturazione delle cellule uovo destinate alla procreazione, e sono  infatti proprio i follicoli portati ciclicamente a maturazione a sostenere gran parte della produzione ormonale dell’ovaio. E questa attività  (dei follicoli) viene regolata in maniera ciclica dall’ipofisi…

Quando le ovaie invece – con l’arrivo della menopausa – cessano di portare a termine la maturazione dei follicoli,  si assiste ad una caduta dei livelli di estrogeni e di progesterone…

In risposta a tale disequilibrio, l’ipofisi aumenta il rilascio dell’ormone FSH ( o follicolostimolante,) . È d’uso infatti misurare questo parametro  per verificare se ci troviamo nella fase di premenopausa, perché in tal caso livelli di questo ormone saranno molto più elevati…

I cali e le fluttuazioni dei livelli ormonali sono responsabili di una serie di modificazioni fisiche e psichiche. Molte donne in menopausa iniziano infatti a soffrire di sintomatologie tipiche di questa fase come insonnia depressiione, il sentirsi apatiche e disinteressate o, al contrariio iperattive e nevrotiche…La pelle diventa più secca ed i capelli diventano fragili, e a volte cadono..

Sicuramente questi cambiamenti ed il “sentirsi” in qualche modo diversi da prima sono legati alla progressiva riduzione ormonale e al riassetto di tutto il quadro.

Tuttavia conviene effettuare qualche controllo specifico a livello della tiroide. Le cose non sono infatti sempre così semplici ed evidenti, e soprattutto la situazione è soggettiva e varia da donna a donna.
Per questo vale la pena sempre consultare un medico specialista , e capire se i cambiamenti sono da attribuire al calo ormonale oppure ad una disfunzione della tiroide oppure  a tutte e due le cose…
Sarà  lui a formulare una diagnosi corretta sulla base della sua valutazione, nel contesto generale, dei sintomi e dei risultati degli esami del sangue…

Tutte le donne dovrebbero informarsi in merito alle trasformazioni che avvengono con l’arrivo della menopausa . conoscere significa scegliere!
Solo la conoscenza  di quello che ci sta succedendo ci permetterà di affrontare le varie problematiche e di trovare un valido aiuto 🙂

Per  informazioni ed appuntamenti : infochirurgiaesteticasicura@gmail.com / +39 348 9289744

Lascia un commento