Archivi categoria: MODA E BELLEZZA

MODA BELLEZZA MODA…..BELLEZZA

 

 

MODA BELLEZZA MODA ….BELLEZZA

La moda e la chirurgia estetica vanno di pari passo:In entrambi i casi è piacevole farne uso facendo però prevalere il buon gusto, uno stile personale ed un sano senso del limite….
La moda, la Chirurgia e la medicina estetica sono in fondo solo degli strumenti attraverso i quali possiamo migliorarci ( e non cambiarci )..
Il ritocco giusto può fare miracoli per il nostro aspetto così come un bell’abito trova la sua espressione massima se portato da chi lo sa portare con coscienza e disinvoltura…
Al contrario invece una correzione che porta ad un risultato mancato, vuoi perché non è adeguata alla persona o vuoi perché-pensando di agire a fin di bene – si ha esagerato con la dose, possono condurre ad un danno e quindi all’effetto opposto rispetto a quello che stiamo cercando..
Sarebbe come indossare una t-shirt troppo stretta o una gonna troppo lunga…
Per cui sempre meglio non agire troppo d’impulso come accade quando viene la voglia di novità e ci si butta a capofitto nelle spese incontrollate dei saldi di fine stagione ,ma ponderare bene su ciò che è realmente necessario nel nostro caso e non legato solo al l’euforia del momento…

4suckers aperitivo milano uthe
Non dimentichiamolo: less is more: migliorare è la parola chiave ed è l’unica strategia che funziona davvero, tenendo sempre presenti quelli che sono i nostri punti di forza e quelli che sono invece i nostri limiti….
Inutile quindi forzarsi in abiti che non ci donano e a sottoporci a interventi o trattamenti quando questi non servono, perché non farebbero altro che togliere valore a quello che già siamo..
Altrimenti et come accorgersi, una volta rientrati s casa , che si hanno fatto gli acquisti sbagliati e che gli abiti acquistati non si lasciano abbinare a nulla di ciò che abbiamo nel nostro armadio…
Quindi si ai ritocchi e si all’abito che fa di noi il monaco ma rimaniamo noi stessi: ognuno di noi ha il proprio potenziale che va solo identificato e valorizzato 🙂

un saluto dalla vostra

per info e contatti scrivete a infochirurgiaesteticasicura@gmail.com

A ME IL BAGNO..

 

per rigenerare Anima e Corpo con piccole attenzioni costanti

Il POCO SEMPRE  fa sempre di più …perché NEL POCO C’E’ TANTO 🙂

<< Abbi buona cura del tuo corpo, è l’unico posto in cui devi vivere…>>

Jim Rohn, grande autore e motivatore per la crescita personale, diceva questo  invitandoci tutti  – donne e uomini – a trovare il tempo necessario da dedicare a noi stessi  e al nostro corpo come parte integrante della nostra anima, senza sensi di colpa …

Non importa che sia grande e luminoso o piccolo e cieco:  Il bagno è quella stanza della casa in cui, anche se solo per pochi minuti, possiamo rintanarci chiudendo tutto il mondo fuori e pensare solo a noi..

Luogo di culto, isola felice o paese delle meraviglie di un’Alice oggi contesa tra mille incombenze e dominata da notevoli quotidiane dosi di stress, il bagno è senz’altro  un gradito rifugio dove  trascorrere del tempo per rinnovarci e rigenerarci…

A casa mia il bagno  è sicuramente la stanza più frequentata , ma non solo per esigenze di tipo igienico-sanitario,  ma  come  luogo dove amo ritirarmi ad ogni minima occorrenza che richieda un po’ di privacy: il sopracciglio ribelle da strappare, il brufoletto improvviso da sanare,   per usare il  filo interdentale,  per “rubare”un goccio di quell’olio di argan tanto prezioso per passarmelo sulle labbra , mani o piedi, o semplicemente per specchiarmi e controllare “se va tutto bene..”

Quanto tempo passiamo in bagno quotidianamente..?   Sincere: un’ora? Due..?…o forse più..? ..senza contare le extra – routine del fine settimana …?!!

Il tempo che passiamo in bagno è in ogni caso un tempo di grande valore per la conservazione della nostra bellezza e del nostro benessere: essere curate ci fa sentire  sicure,  e la verità è che non servono in realtà molte ore, l’importante è come sempre la costanza (sostenuta dalla motivazione) . E’ la costanza che fa sì che l’impegno diventi tutto sommato non impegnativo…

Questo vale anche per l’uomo ,  perché  la novità è che non siamo più le sole a stare   in bagno per dedicarci alle nostre  cure;  le tendenze stanno cambiando: secondo una ricerca inglese oggi anche gli uomini – specialmente quelli più giovani – sono orientati a spendere più tempo e denaro per la cura del proprio aspetto rispetto alle generazioni precedenti: Il .bagno di un uomo con poche cose come spazzolino da denti e schiuma da barba appartiene al passato…

Questo dimostra che Il divario fra i sessi si sta riducendo e in questo caso non è necessariamente un danno: noi donne oggi portiamo la nostra età decisamente meglio rispetto alle nostre madri,  e molte di noi, vuoi per scelta vuoi per necessità o vuoi per circostanze che ci hanno messo in condizioni tali di dover fare scelte importanti da sole,  siamo per certi aspetti diventate più audaci e spericolate dei nostri compagni maschi, e per questo anche più esigenti  nella scelta che li riguarda: amiamo avere accanto un uomo maturo che però porta bene la propria età, e che ha a cuore il proprio aspetto…

E se fino ad un decennio fa si imponeva l’idea dell’uomo che                     “ invecchia meglio” oggi questo concetto è decisamente da considerarsi superato, se non addirittura capovolto , e gli uomini necessitano delle stesse nostre cure per poter “stare al passo” e per non apparire invece che come degni coetanei,  come goffi fratelli maggiori ..

Rifugiamoci quindi  in bagno per tutto il tempo necessario, e senza  sensi di colpa, e magari –   perché no – in due..!!   Può essere divertente prendersi cura l’uno dell’altro trascorrendo una serata diversa: bagno rilassante e poi cena in casa a base di ingredienti semplici e una buona bottiglia di vino…

Può essere più bello che andare al ristorante perché quando si sta bene nella propria pelle basta davvero poco…e perché NEL POCO – per chi lo sa apprezzare – C’E’ davvero TANTO 😉

 

Per info e contatti scrivete a infochirurgiaesteticasicura@gmail.com +39 348 9289744

TRATTAMENTI FEMMINILI..solo per il nostro benessere

 

 

TRATTAMENTI FEMMINILI.. solo per il nostro benessere <3

 

 

Ho raccolto davvero tante informazioni  sui trattamenti femminili durante il recente congresso AIGEF:
Al di là di tutti i trattamenti ed interventi estetici – sempre nell’ottica di un’assoluta etica – proposti per le parti intime,    esistono tuttavia delle condizioni di perdita della funzionalità di queste aree che vanno ripristinate,  dovute a cali o a disfunzioni ormonali legati alla menopausa , ma anche ad altri fattori come per esempio in donne ancora giovani con alle spalle diversi parti naturali oppure situazioni di malattie. Tutto questo può incidere in maniera davvero pesante nella vita di una donna e nella sua vita di coppia…

Tornando alla menopausa, periodo scatenante di vari fastidi in donne che fino a ieri si sentivano benissimo, fa pensare a questa fase della vita come a un inizio della fine…In realtà un po’ lo è , e sicuramente  senza andare indietro fino alle nostre nonne,   ma in tempi purtroppo molto più recenti, lo era. La conclusione dell’età fertile per molte significava  l’inizio di fastidi e piccole sofferenze, e sicuramente un peggioramento della vita chiamiamola di relazione, Questo perché con il calo ormonale perché diminuiscono le energie vitali, la mucosa vaginale perde tono, la flora batterica si altera e compaiono bruciori, secchezza e scarsa idratazione…Il progressivo assottigliamento dei tessuti vaginali e la perdita di spessore che fa sì che diventino più irritabili e molto più esposti ai traumi…

E’ una triste realtà ma la natura vuole che quando smettiamo di produrre uova diventiamo inutili, ed avvia quindi un fisiologico processo di declino biologico con conseguente defemminilzzazione. ..

Ma noi ovviamente non ci arrendiamo e oggi,  grazie al cielo l’aspettativa di vita della donna anche dopo la menopausa è cambiata molto, e il benessere e la qualità del suotempo  sono diventati un’esigenza : Anche molto oltre i cinquant’anni è possibile essere ancora  donne innanzitutto ben presenti nel sociale, ma anche di sentirci  ancora  femminili e desiderabili. Per fortuna i rimedi esistono e possono , se organizzati bene, addirittura anticipare di evitare queste condizioni, accompagnandole dolcemente  (iniziando per esempio un’adequata terapia ormonale preparata ad personam leggi l’art ).
Purtroppo in italia , al di là della classica TOS , un farmaco già pronto con un dosaggio di ormoni standard, le terapie con ormoni bioidentici sono ancora poco diffuse , per non dire per alcuni addirittura sconosciute……

Ma in alternativa , o come supporto possiamo intervenire localmente con delle nuove terapie locali mini-invasive eseguite con una tecnica laser realizzato appositamente per questo tipo di applicazione medica.

Il trattamento migliora subito l’equilibrio della mucosa vaginale aumentando il flusso sanguino e la lubrificazione riportando le condizioni sopra descritte di nuovo alla normalità
.
E’ un trattamento sicuro e indolore e viene eseguito ambulatorialmente ; non prevede né incisioni, né anestesie ne punti di sutura, la durata del trattamento è di ca mezz’ora, dopodiché la paziente ritorna a tutte le sue attività. Il trattamento , come anche quando trattiamo la pelle del viso o del collo, anche in quest’area esercita esattamente la stessa funzione: stimola produzione di collagene.

I risultati sono evidenti già dopo la prima seduta; normalmente si consiglia di effettuare un ciclo completo di 3 sedute a intervalli di 45-60 giorni. Il numero di sedute può tuttavia cambiare a seconda del livello di atrofia vaginale da trattare.
Il ripristino delle funzionalità e può essere davvero determinante e a cambiare la vita alle donne di tutte le età.
Quindi se ti succede questo non aspettare! Non pensare di essere un caso isolato, questi sintomi fastidiosi riguardino moltissime donne.. Non è il caso di non parlarne o di non rivolgersi ad un medico specializzato e di fiducia che saprà sicuramente guidarti nella scelta più adeguata alle tue esigenze..

 

un saluto e a presto dalla vostra Uthe Bacher

Oppure scrivimi a infochirurgiaesteticasicura@gmail.com

CANTOPESSI…anche l’occhio vuole la sua parte

 

 

A ME GLI OCCHI…!

La Cantopessi…anche l’occhio vuole la sua parte…

la blefaroplastica portata al massimo

…Ieri in sala operatoria ho avuto il privilegio di assistere ad una blefaroplastica eseguita con una interessante tecnica aggiuntiva  in grado di potenziare al cento per cento l’effetto di questo intervento – già molto d’effetto quando eseguito da solo –  e che dona  allo sguardo un reale valore aggiunto, un tocco di grinta e di classe e quel “nonsocchè” di esotico e che può fare la differenza ….

La cantopessi 🙂

Mai sentito parlare di cantopessi..?

no, non ha niente a che fare con la lirica.. La parola CANTOPESSI è composta dalle parole PESSI che deriva dal greco pêxis, che significa unione, fissazione, e che nel linguaggio scientifico indica la proprietà di fissare (dicesi infatti anche MASTOPESSI quando si parla del lfting del seno per descrivere il sollevamento dei dei tessuti mammari per “fissarli” più in alto, e dalla parola “CANTO” inteso come angolo, fianco, lato (in questo caso esterno dell’occhio), quindi fissazione dell’angolo esterno dell’occhio, ossia appunto CANTOPESSI…

Si tratta di un piccolo lifting dell’angolo esterno dell’occhio che mette in tensione la palpebra inferiore quando questa è rilassata per una maggiore definizione dei margini e per dare un aspetto più “a mandorla” allo sguardo…

ma in maniera molto molto sottile e appena percettibile
Il risultato che questa chirurgia offre non è mai esagerato e lascia sempre molto soddisfatti i pazienti..

La cantopessi viene di solito effettuata per correggere le conseguenze di una blefaroplastica che ha lasciato l’occhio troppo rotondo, effetto che viene tecnicamente chiamato ectropion, o “occhio triste”, e che è quella situazione piuttosto antiestetica in cui non c’è più contatto tra la palpebra inferiore e la superficie della cornea, ma è fondamentalmente un meraviglioso complemento della blefaroplastica perché le due tecniche possono essere realizzate insieme sfruttando le stesse incisioni..

A dire il vero la cantopessi dovrebbe quasi essere introdotta “d’ufficio “ nel contesto delle blefaroplastiche inferiori , anche perché dà un importante contributo nel mantenere la forma dell’occhio più tesa, obiettivo che è parte del buon esito che andiamo cercando proprio nell’ambito del ringiovanimento dello sguardo…

Infatti i pazienti che si rivolgono al chirurgo per la blefaroplastica inferiore di solito lo fanno perché la palpebra è rilassata ed i muscoli sono meno tesi a causa del passare del tempo…

Ed ecco dove la cantopessi dà il meglio di sè perché è in grado di correggere benissimo questo inestetismo e a ridare allo sguardo un nuovo appeal togliendogli tutta la “stanchezza”…

La cantopessi è inoltre consigliata in tutti quei casi dove il paziente già si presenta con un occhio strutturalmente troppo tondo e che vorrebbe dargli un aspetto un po’ più allungato.. .

Naturalmente non stiamo parlando di orientalizzare i nostri occhi perché l’intento non è quello di cambiare la forma dell’occhio trasformandolo in un occhio asiatico, ma semplicemente quello di “tirare su” lo sguardo sollevando leggermente l’angolo esterno..

Lo sguardo è importante, ed insieme alla parte bassa del volto come mento mandibola (vedi art.CONTORNO MANDIBOLARE, LO VOGLIAMO TONICO.. ) e dintorni è tra le prime in lista alla top ten delle parti da tenere sotto controllo quando si parla di invecchiamento del volto…:-)

 

per info e contatti scrivete a   infochirurgiaesteticasicura@gmail.com    348 9289744

COSTANZA: NEL POCO C’E’ TANTO PARTE II

 

uthe bacher, bellezza e benessere/ l'importanza della costanza nei trattamenti di bellezza
uthe bacher, bellezza e benessere/ l’importanza della costanza nei trattamenti di bellezza

 

La costanza: Fare poco sempre fa di più…!

NEL POCO C’E’ TANTO – Parte II

“Non c’è cosa che non venga resa più semplice attraverso la costanza .Con la costanza possiamo trasformare  noi stessi”  (Dalai Lama)

 

Trovo che la bellezza non stia negli eccessi ma nella semplicità  e nell’essenziale  

 …e personalmente preferisco un aspetto curato che punta sulla sulla sobrietà piuttosto che sull’esuberanza , specialmente nelle persone di età matura…

Secondo  l’espressione <<less is more >> che viene spesso utilizzata in medicina estetica si   vuole  indicare che non è necessario esagerare nelle correzioni  e come    nella maggioranza  dei casi siano sufficienti pochi  piccoli  ritocchi ben distribuiti nell’arco del tempo per  ottenere veramente molto ..…

Esattamente come per l’attività fisica questo tipo di approccio rispecchia esattamente la mia filosofia ed è perfettamente applicabile anche aI nostri trattamenti  di bellezza  quotidiani, i quali, se  ben organizzati  , poco per volta ci forniscono  i risultati attesi senza portare via troppo tempo e sopportare troppe fatiche…

Il nostro obiettivo è sempre quello di portarci avanti con le varie <<manutenzioni>> in modo tale da non doverci mai trovare di fronte ad una trascuratezza tale da dover intervenire con delle vere e proprie <<pulizie di primavera>> per correggere  una situazione  sfuggita di mano…

Il concetto del fare poco sempre adottando  piccoli accorgimenti eseguiti con costanza ci permetterà di essere sempre al top  e pronte senza troppi preparativi..

Il risultato  estetico   è basato  ( come tutto )  su un ordine di  priorità e quando  gli elementi primari necessari  per la buona riuscita del quadro generale  sono allineati e  sotto controllo  , il gioco è già fatto..

Ma perché la gestione dei   vari accorgimenti sia  fattibile, questi devono essere facilmente realizzabili..

A volte invece  le cose più scontate sembrano complicarci la vita:     vedo spesso visi carichi di trucco con capelli che necessiterebbero urgentemente uno shampoo, oppure mi capita di incontrare donne con le labbra perfettamente ritoccate dal filler ed accuratamente delineate con il rossetto che scoprono però, al primo sorriso, denti incolti…

Avere bei capelli non significa stressarli con pieghe forzate e indomabili per “averli in ordine”, ma  nutrirli da dentro e fuori per averli sani e lucenti, adottando  un taglio ed una pettinatura che non richiedono ore per essere sistemate, e che possibilmente siano realizzabili   a casa propria…

…Per le stesse ragioni   i denti sani e puliti   sono da sempre sinonimo di salute e vitalità . Averli sempre curati è semplice:     basta lavarli  dopo i pasti,  passare il filo interdentale, e  visitare uno studio dentistico un paio di volte all’anno:
una pulizia professionale dei denti non costa una fortuna,  mantiene i denti sani  e e sorridere diventa un vero  piacere..!  ( Il tartaro  non è per niente attraente e inoltre rende cattivo l’alito  =( …..)

Se con poco vogliamo ottenere molto dobbiamo soprattutto essere pratiche.   Anche il make up deve seguire la stessa linea: d’effetto ma minimal,  Il troppo trucco è difficile da gestire , deve essere continuamente ritoccato per essere impeccabile, e se l’area del contorno occhi non è più giovanissima e distesa, anziché coprire le imperfezioni genera l’effetto contrario…

Trucco leggero quindi e ciglia e sopracciglia in primo piano! ciglia e sopracciglia sono sicuramente i protagonisti  del  trucco minimal: <<chi possiede ciglia e sopracciglia marcate non ha bisogno di nient’ altro…>> parole di una make-up artist.. Le prime enfatizzano lo sguardo, (e distolgono l’attenzione dalle piccole imperfezioni), le seconde incorniciano il viso, (anche quando saremo struccate…) Pertanto molto meglio  del cerone  solo mascara allungante e sopracciglia ben disegnate, e con poco avremo  uno sguardo top in ogni situazione…

Il poco fa molto:  questo  vale anche  per i trattamenti di  medicina estetica dove oggi l’obiettivo  è fornire “naturalezza e freschezza”; con risultati quanto più discreti possibile, evitando di produrre cambiamenti evidenti…

Un trattamento con tossina botulinica oppure un peeling professionale , una fiala di acido ialuronico, una biorivitalizzazione o una laserterapia sono in grado di minimizzare antipatici inestetismi e aggiungere molto charme al nostro aspetto  senza stravolgere – come qualcuno ancora teme – i nostri connotati:..

e se l’area verrà trattata con costanza, si risparmia: quando abbiamo trovato che cosa ci dona , mantenere lo status basta meno ed il trattamento potrà essere fatto ad intervalli più lunghi.
Non dimentichiamo che questi trattamenti fungono anche da prevenzione , e se siamo costantemente <<in cura>> potremo osservare un rallentamento nella formazione di nuovi cedimenti e beneficiare di  risultati che durano più a lungo…

Perché tutte queste strategie funzionino la manutenzione ordinaria è però consigliata sin dai primi segni dell’inesteismo: …inutile aspettare che la situazione peggiori per poi dover fare di più…

Non  ha importanza se siamo alte o basse , bionde o more o se siamo perfettamente proporzionate  o no , ma ha importanza di come sappiamo prenderci  cura di ciò che possediamo  e di come riusciamo a valorizzarlo al meglio…

Ogni donna possiede una propria bellezza , ma la  bellezza non è un’alchimia segreta , ma  frutto di un un insieme di sane e  concrete abitudini da praticare e  coltivare con costanza  😀

Perché la costanza  premia sempre ed è l’unica  strada per un successo duraturo 😉

 

Per info e contatti scrivete a:  infochirurgiaesteticasicura@gmail.com  +39 348 9289744

Mai sentito parlare di FACEGYM??

Uthe Bacher Bellezza e Benessere / Facegym
Uthe Bacher Bellezza e Benessere / Facegym
Uthe Bacher Bellezza e Benessere / Facegym
Uthe Bacher Bellezza e Benessere / Facegym
Uthe Bacher Bellezza e Benessere / Facegym
Uthe Bacher Bellezza e Benessere / Facegym
Uthe Bacher Bellezza e Benessere / Facegym
Uthe Bacher Bellezza e Benessere / Facegym
Uthe Bacher Bellezza e Benessere / Facegym
Uthe Bacher Bellezza e Benessere / Facegym
Uthe Bacher Bellezza e Benessere / Facegym
Uthe Bacher Bellezza e Benessere / Facegym

Mai sentito parlare di FACEGYM??…

 

Come i muscoli del corpo  anche  i muscoli del viso possono essere tenuti in forma  con l’allenamento…

Mi è piaciuta subito  l’idea  di poter allenare il mio viso esattamente come faccio con   il mio corpo…

E’ chiaro se ci pensate; nello stesso modo in cui i muscoli del  corpo rimangono tonici ed agili con l’esercizio fisico,    per  i muscoli del  viso  vale la stessa regola, perchè  anche qui possiamo intervenire con esercizi mirati, composti da contrazioni, massaggi e pressioni per andare   ad agire su quelle aree critiche dove con l’avanzare dell’età compaiono rughe e cedimenti…

ll tono del viso non dipende infartti solo dall’elasticità della pelle, ma anche dalla buona funzionalità dei  muscoli da cui è composto che lo sostengono…

un viso disteso è necessario praticare questo  tipo di ginnastica…

Durante la facegym, con il movimento del muscolo il  sangue va in circolo e ossigena i tessuti, e questo  significa che otteniamo  oltre ad un miglior tono muscolare  anche una pelle ben ossigenata e ben irrorata di sangue che avrà un aspetto più roseo e più giovane…

Molte esercizi  funzionano ancora meglio

La ginnastica facciale , o facegym è una pratica importata dagli Stati Uniti,  dove ormai è in gran voga da un po’ di tempo,  ed è pensata proprio per distendere i muscoli facciali e renderli più tonici,  aiutare  a prevenire e a ridurre i rilassamenti, ad  avere una pelle più tonica e una carnagione più splendente…

Molte  star di Hollywood avevano iniziato a praticarla  contagiando migliaia di donne,  ed i  risultati sembrano soddisfare molto le aspettative di chi si dedica a  questo tipo di  ginnastica…

Gli esercizi  coinvolgono quasi tutto il viso dal contorno occhi e le sopracciglia  alla fronte,  al mento fino ad arrivare  al collo: ce ne sono  di specifici per ogni distretto:   per drenare le occhiaie,  per sollevare gli zigomi, per tonificare le guance, e  per prevenire o eliminare il doppio mento e definire i contorni del viso…

A volte anche le palpebre cadenti possono essere la conseguenza di un muscolo della fronte indebolito che trascina verso il basso le sopracciglia ed in questi casi, per avere

se abbinati al  controllo della respirazione perchè capace  di predisporre il corpo e il viso alla distensione muscolare che è un fattore indispensabile e determinante per avere una pelle tonica…

Un allenamento costante di Facegym promette addirittura di migliorare il tono muscolare del viso in un solo mese.

Inutile dire che per  gli esercizi  del viso vale la stessa regola  come per  l’allenamento del corpo : la parola d’ordine è costanza.  Per avere un bel risultato gli esercizi vanno praticati regolarmente  e ripetiti tutti i giorni  per almeno 5 minuti,  soprattutto  all’inizio. ..

Per iniziare  potete ripetere ogni esercizio poche volte,  per poi passare a 10 – 15 ripetizioni,  e dopo una prima fase di apprendimento corretto delle tecniche, potrete praticarle la Facegym  ovunque vogliate e quando lo riterrete opportuno durante la vostra giornata: mentre siete alla guida della vostra auto,  mentre stirate, mentre mentre preparate la cena, in pratica sempre. Non serve una palestra,  è pratico nn trovate?

C’è veramente molto che possiamo fare noi  senza spendere molto tempo e denaro…ci vuole solo una buona dose di  buona volontà e determinazione.

Ricordatelo sempre …nessuno può prendersi cura di voi meglio  di voi stessi 🙂

 

Per informazioni scrivete a:

infochirurgiaesteticasicura@gmail.com

+39 327 9834015

L’I-PHONE DELLA BELLEZZA

L’I-PHONE DELLA BELLEZZA

Venite a vedere la differenza…!
Ringiovanite la vostra carnagione, ammorbidite le rughe, ridefinite il vostro corpo..!
Distribuite nella vostra pelle una quantità di ingredienti preziosi con l’ I-Phone della bellezza, un piccolo strumento programmabile per un trattamento di bellezza facile ed efficace
La vostra pelle avrà un aspetto fantastico, e tutti si domanderanno
quanti anni avete veramente….
      IMG_20150202_121003

L’EQUAZIONE DELLA BELLEZZA

VENERE BOTTICELLI
Uthe Bacher Bellezza e Benessere ph Venere Botticelli

L’EQUAZIONE DELLA BELLEZZA

Mi hanno sempre affascinato i misteriosi equilibri della bellezza, e mi sono sempre chiesta quali fossero, o meglio del perchè certe proporzioni di un volto mi colpiscono e vengono da me percepite come belle oppure , al contrario, come sgraziate..

Ma non sono certo stata la prima a chiedermelo; Da sempre artisti e scienziati si chiedevano quale fosse il segreto della bellezza: i nostri Greci , grandi cultori della bellezza estetica, si erano inventati il cosiddetto “rapporto aureo”, che si ottiene quando un oggetto, diviso in due parti non uguali, presenta tra le frazioni rapporti particolari, che rendono l’ oggetto bello da vedere. Pare che il Partenone rispetti queste proporzioni. E anche la Gioconda…!.


Mentre per gli artisti la bellezza è spesso soggettiva, nella scienza si cercano equazioni che mantengano la loro forma anche attraverso trasformazioni che le adattano ai diversi sistemi di riferimento.


Le leggi fondamentali della Natura stessa sono pervase da una bellezza matematica; questo era ciò che affermava il fisico britannico Paul Dirac ai tempi della teoria della meccanica quantistica.


E secondo una ricerca americana la bellezza, cioè il volto che noi percepiamo come affascinante o bello, segue un’equazione ben precisa , che è legata soprattutto alla distanza tra gli occhi ed alla distanza tra gli occhi e la bocca. Il tutto rapportato alle dimensioni del Il volto:


il volto ideale dovrebbe avere questi parametri: la distanza tra gli occhi e la bocca deve essere il 36% della lunghezza del volto, mentre la distanza orizzontale tra gli occhi deve essere il 46% dell’ampiezza del volto.


Ovviamente tutto questo non vale in senso assoluto: semplicemente i rapporti tra questi elementi principali rendono il volto tanto più affascinante, quanto più essi si avvicinano ai valori definiti come i migliori, ossia I parametri in gioco non escludono che la forma di un occhio o le dimensioni delle labbra possano contribuire a rendere più o meno seducente un viso, ma saranno, in ogni caso, secondari ai primi 🙂

Per informazioni  contatti e appuntamenti scrivete a : infochirurgiaesteticasicura@gmail.com    +39 327 9834015

 

 

COME VESTIRSI:CHE COSA MI METTO STASERA..?

complicità
Uthe Bacher Bellezza e Benessere

VESTIRSI: CHE COSA MI METTO STASERA…?

Una domanda fin troppo ricorrente per le le donne quando si tratta di vestirsi e si trovano di fronte all’armadio, quell’armadio che non sembra mai offrire nulla di buono ..

Come fare per sapere subito quali capi afferrare e come combinarli quando andiamo di fretta (praticamente SEMPRE..)

Primo: facciamo subito delle prove studiando vari abbinamenti indossando i capi davanti allo specchio per vedere come stanno insieme…
Secondo: puntiamo sugli accessori .. Tutte possediamo un guardaroba basic da ravvivare con qualche accessorio nuovo azzeccato… un paio di scarpe nuove, o una ‘it-bag’, ma senza esagerare, ricordiamoci che la semplicità vince sempre…

Terzo: siamo realistiche…
non seguiamo alla cieca tutti i trend e tendenze del momento ma scegliamo qualcosa che ci valorizza veramente ( e impariamo a camuffare i nostri punti deboli …

Quarto: non sentiamoci insicure se il nostro guardaroba non è griffato dalla testa ai piedi pensando che questo sia una garanzia per un look di successo. Non lo è;

è molto più importante avere gusto e cercare di essere fedeli al nostro stile . In questo modo il nostro outfit rispecchierà il nostro modo di essere e non ci sentiremo a disagio in quello che indossiamo.

Fidiamoci del nostro gusto, e di aver scelto un abito adatto alla situazione. Siamo convinte di voi stesse. Perché non conta soltanto quello che indossiamo, ma soprattutto come lo indossiamo…!