NELLE PROTESI…SOLO GEL COESIVO PER FAVORE..!

 

 

NELLE PROTESI…SOLO GEL COESIVO PER FAVORE..!

 

Dopo aver lavorato per molti anni per aziende che producono protesi mammarie  le protesi mammarie non hanno più segreti per me 🙂

In realtà non esistono molti segreti,  ma spaziando in internet mi rendo conto che ne dicono tante, e posso capire che  una persona che si vuole avvicinare ad un aumento del seno con protesi, anziché trovare utili informazioni, quello  che trova spesso porta solo ad ulteriori   equivoci,  dubbi e confusione…

Esiste infatti sul mercato una varietà immensa di protesi mammarie, dove è difficile orientarsi, e come in tutte le cose non è vero che solo alcune aziende possiedono i requisiti per una protesi di buona qualità, anzi: ciò che vale per prodotti di ogni genere vale anche per le protesi mammarie: non è detto che le aziende che investono più soldi in marketing, e che sono per questo  più pubblicizzate e  più nominate,  offrano  sempre il prodotto migliore, anzi: esistono case produttrici di protesi mammarie meno conosciute che hanno però un prodotto molto valido…

Le  cose più importanti che accomunano una buona protesi sono fondamentalmente tre:

  •  Involucro in elastomero di silicone in triplice strato  antitrasudamento

  • Testurizzazione (quando c’è) a stampo

  • Gel riempitivo coesivo

Credo che tutti noi sappiano che cosa significhi <<gel coesivo>>. Significa gel NON liquido, e cioè denso, fermo. Questo è importante quando  –  qualora la protesi si dovesse per una qualsiasi ragione bucare o rompere – non si corra il rischio che il silicone trasudi nella tasca intorno alla protesi, ma che rimanga – trattenuto dalla sua composizione coesiva – quasi sempre all’interno della capsula periprotesica..

So che l’ esempio che sto per fare è un po’ lontano dal campo chirurgico ma provate ad immaginare di tagliare a metà una caciotta di formaggio che contiene un formaggio morbido ma tipo crescenza o gorgonzola. E’ morbido ma non <<migrerà>> più di tanto perché trattenuto dalla propria densità…

Oggi quasi tutte protesi contengono gel di silicone del tipo coesivo . Il gel di silicone liquido è praticamente in via di estinzione.

Tuttavia esistono case che ancora lo producono .( la fotografia in basso mostra una protesi di una rinomata casa )…

Non ci sono ormai dubbi sulla preferenza tra i chirurgici plastici in Italia ed in Europa : il gel preferito è sicuramente quello  in silicone coesivo anche perché presenta vantaggi anche sotto il profilo estetico..

Da non confondere però è la coesività del gel con la morbidezza della protesi: il gel coesivo si contrappone al gel liquido, non alla sua morbidezza, ossia un gel più morbido non deve essere scambiato per liquido: oggi esistono protesi in commercio riempite con gel altamente coesivi ma allo stesso tempo morbidissime al tatto.

Di solito si parla di densità suddividendo i vari gradi in una scala che va da 1 a 3 dove dicesi C1 (coesivo 1) al gel meno denso e C3 invece a quello più denso (più solido al tatto),  di solito proposto nella versione anatomica (a goccia) della protesi.

Nella densità più bassa parliamo di un gel molto viscoso mentre invece in quella più alta di un gel piuttosto solido.

La differenza della densità diversa del gel ha un impatto importante sul risultato,

anche se questo potrebbe essere discusso all’infinito. Una cosa però è certa: più il gel è denso  più esso appare <<fermo>>, meno il gel è denso, più è mobile e scivola verso il polo basso della protesi quando ci troviamo nella posizione verticale (per ritornare a riempire il polo superiore quando saremo sdraiate) conferendo al seno – che contiene la protesi – una forma più simile a quella di un seno naturale. Le protesi C1 saranno anche più morbide al tatto e molto più vicine come consistenza ai tessuti naturali del seno.

Tutto questo serve per dare i risultati che cerchiamo a seconda del punto di partenza del seno della paziente;  non siamo infatti tutte uguali e per il seni con una base più ampia dotati di una ghiandola più estesa è possibile proporre una protesi dal gel meno denso, mentre per aumentare un seno molto piatto la scelta sarà spesso una protesi dal gel più denso per fornire al seno una maggiore proiezione…

Tuttavia si cerca di andare incontro anche al gusto della paziente: conosco donne a cui piace l’effetto di un seno molto riempito e un po’ artefatto, altre invece preferiscono una versione più morbida e naturale.
La cosa migliore è fidarvi del vostro chirurgo e scegliere insieme a lui cosa lui cosa sia la soluzione migliore:-)

 

per info e contatti scrivete a     infochirurgiaesteticasicura@gmail.com                +39 348 9289744