TERAPIA ORMONALE /art nr 6: HGH….L’ORMONE <>

 

 

corpi

Terapia ormonale / art.nr.6:  HGH…L’ormone leader dell’orchestra ormonale..

L’ HGH, o  human Growth Hormone,  a noi più noto  come  Ormone della Crescita è una proteina semplice formata da aminoacidi,   sintetizzata dall’ipofisi ed  e’   – lo dice la parola stessa –  responsabile in gran parte  dello  sviluppo longitudinale delle nostre ossa e dei muscoli durante l’infanzia e la pubertà.

La massima produzione di hGH avviene  durante l’adolescenza fino intorno ai 20 anni,

ma superati i 30  i suoi livelli iniziano a  decrescere progressivamente e  – come avviene con tutti gli ormoni purtroppo –  la diminuzione dei livelli  porta ad una serie di  sintomi  e malesseri,  e alla comparsa dei soliti   fenomeni  legati all’invecchiamento come  disturbi del sonno, problemi legati alle ossa, alla memoria,  la riduzione della massa muscolare e della forza e dell’energia e così via… 

Livelli adeguati di GH invece potenziano l’efficienza funzionale di tutti i  nostri   organi  più importanti  e  del nostro sistema immunitario  , aiutano a conservare                  l’  aspetto giovane della pelle ,  ottimizzano il tono dell’umore, la resistenza allo stress  tenendo lontani ansia ed irritabilita’,  e facendoci sentire    emotivamente piu’ forti  ed  equilibrati…

  I’HGH  che è  attivo soprattutto durante la notte  viene rilasciato in maniera intermittente e mentre  di  giorno favorisce la produzione di energia,  di  notte, durante le fasi di sonno profondo ne migliora la qualità e l’effetto ristoratore…

Il sonno è tra l’altro  un grande stimolatore del GH   e numerosi studi dimostrano che più a lungo si dorme, maggiore sarà la secrezione di hGH.  Sarebbe  buona abitudine quindi adottare dei veri e propri rituali per favorire  il sonno (e l’incremento della melatonina) come dormire in una stanza silenziosa e soprattutto completamente al buio…

Altri stimoli fisiologici per favorire la produzione di GH, oltre al sonno, sono    

l’esercizio fisico: l’ hGH è riconosciuto tra gli atleti come il miglior agente dopante e come  la  molecola ideale per aumentare la massa muscolare e le performances proprio   per  la sua  dimostrata azione di stimolo sulla sintesi proteica nelle cellule muscolari.  Inoltre, essendo  l’ hGH  implicato  nella riduzione della massa grassa grazie alla sua azione   lipolitica  è sicuramente un ottimo alleato per smaltire i cuscinetti di grasso nelle varie aree come   addome, cosce, fianchi e glutei….

Esistono inoltre dei veri e propri   “trucchi “ che possiamo adottare  in palestra  durante i nostri esercizi per dare un’ulteriore “spinta” alla nostra produzione di hGH:  

  • Adottare tempi di recupero più brevi tra le serie di ripetizioni;  la produzione di hGH è inversamente proporzionale ai tempi di riposo; per questo le pause troppo lunghe di certo non  sfruttano al meglio la produzione ormonale;
  • Sottoporre i muscoli a carichi maggiori: più a lungo i muscoli restano sotto tensione, migliore è la risposta ormonale; 
  •  Dimagrire  e controllare l’alimentazione assumendo proteine:  il digiuno   stimola la secrezione di hGH mentre   l’ obesità   tende  ad inibirla.                                                               E’ ormai altresì una certezza  che il  consumo di proteine è a favore  della nostra produzione di questo ormone; meglio  quindi mantenersi in forma ed  abituarsi ad una  dieta  prevalentemente proteica , magari aiutandosi anche con   Integratori a base di aminoacidi , vitamine  b3,  b6 e  c  .
  • Evitare   gli zuccheri: consumare cibi ricchi di zuccheri porta ad un aumento dell’ insulina che purtroppo sopprime la produzione di hGH. Le persone  con alte percentuali di  grasso corporeo  tendono ad avere anche i livelli di insulina elevati.                                                       E’ chiaro a questo punto che ripristinare la nostra efficienza funzionale con ottimali livelli di  hGH porterebbe  molteplici benefici al nostro organismo , e quando parliamo di ripristino ,   intendiamo  favorire innanzitutto la sintesi del nostro   hGH  endogeno, cioè prodotto dal nostro stesso organismo… 

    Vale a dire che non si   intende  di solito a    somministrare direttamente l’ormone,  bensì sfruttare quelli che sono i suoi precursori, attraverso i quali sarà poi  lo stesso organismo a produrre quello  di cui ha  effettivamente bisogno…

  Tuttavia riportare i nostri valori ormonali più possibilmente vicini a quelli della nostra età giovanile             ( mantenendoci però sempre all’interno dei range fisiologici) con  l’assunzione di   microdosaggi come terapia ormonale sostitutiva è  possibile, ma  concessa SOLO  sotto stretto controllo   dello specialista  per non incorrere in effetti collaterali e pericolosi per la salute   e    in ogni caso , facendo riferimento alla solita “orchestra ormonale”,   è fondamentale   tenere sempre presenti le  molteplici   interazioni svolte  dagli ormoni in generale,   e in questo caso dal GH su altri assi ormonali  e viceversa…

L’ h GH in particolare condiziona  l’attivita’ della melatonina, degli estrogeni, del progesterone, del testosterone ed  degli ormoni tiroidei  e del cortisolo;

Non per altro viene   definito “l’ormone leader”. 

Lo Scopo fondamentale è comunque sempre quello di migliorare il nostro stato di salute  fisica e  psichica , e visto che non possiamo evitarlo, cerchiamo almeno  di  invecchiare bene e lentamente conservando la massima efficienza  in tutti i sensi . Questo ci permetterà di  rimanere “in gioco” più a lungo e  a mantenere più a lungo  una qualità di vita migliore 🙂

Per  informazioni ed appuntamenti : infochirurgiaesteticasicura@gmail.com / +39 348 9289744

 

 

 

 

TERAPIA ORMONALE /art.nr.2: PROGESTERONE..L’ORMONE DELL’EQUILIBRIO

TERAPIA ORMONALE /art.nr.2 : PROGESTERONE , L’ORMONE DELL’EQUILIBRIO

Spesso la caduta degli estrogeni nelle donne è preceduta dal calo dell’ormone  progesterone..

 

Anche il progesterone  viene  sinetizzato dall’ovaio e dal surrene, in quantità moderate nella prima fase del ciclo, ed in quantità decisamente più elevate nella seconda, ossia dopo l’ovulazione…  

Per le sue funzioni viene spesso chiamato  “ormone della gravidanza”  perché è proprio  questo  il suo compito principale,  e cioè  di preparare  l’utero per accogliere l’embrione e quindi di rendere  il corpo femminile  pronto per la fecodazione e la gravidanza,  durante la quale il progesterone viene prodotto in quantità massicce dalla placenta,  e dove inoltre  durante i  nove mesi  esso impedisce nuove  ovulazioni. Nel caso in cui il concepimento invece non avviene, la sua riduzione  porta allo sfaldamento della mucosa uterina e quindi alle mestruazioni…

E’ inoltre un buon indicatore del corretto svolgimento del ciclo e della fertilità.  Livelli alti o bassi di progesterone del sangue possono infatti mettere a rischio il concepimento

Ma esistono anche altre buone funzioni svolte da questo ormone: agisce come  ottimo calmante , svolge una buona azione  antistress e favorisce il sonno e il rilassamento muscolare… 

Ha  un effetto diuretico;  una sua carenza invece,  rispetto agli estrogeni , favorisce gonfiore e ritenzione idrica  nelle gambe, nei piedi, nelle mani, nell’addome e nel viso  . 

Migliora il microcircolo,  fornisce   tono ed l’elasticita  alla pelle e  agevola la crescita dei capelli. Controlla il  ritmo e la regolarita’ del ciclo, riduce i dolori mestruali, stimola l’attivita’ della  melatonina e dell’ormone della crescita, mentre contrasta alcune azioni negative del testosterone, come ad esempio la caduta dei capelli.

 Possiede anche  azioni antidolorifiche ed anticonvulsivanti. Nella pre-menopausa è responsabile di quella tipica irregolarità del ciclo  che  ne precede l’arresto definitivo..

 Naturalmente durante le terapie ormonali   dovrà  essere assunto  in associazione agli estrogeni, di cui  potenzierà  gli effetti benefici su cervello, ossa, pelle, capelli ed apparato cardiovascolare…

Al contrario, un suo eccesso  rispetto agli estrogeni  potrebbe favorire disturbi come aumento di peso, diabete, calo del desiderio sessuale, depressione, stanchezza e sonnolenza… 

  Quando parliamo di tutti questi benefici  stiamo  ovviamente parlando del Progesterone naturale,   prodotto dal corpo umano o assunto nella terapia ormonale sostitutiva come  bioidentico perché è l’unico che  riproduce esattamente gli effetti di quello umano,  senza fermarne tra l’altro la produzione…

 Il progestinico invece che viene invece  utilizzato nella composizione dei contraccettivi orali e nella terapia ormonale sostitutiva classica è  un tipo di progesterone   manipolato chimicamente  e che mima gli effetti del progesterone piuttosto che esplicarli, e che può  produrre nel lungo termine effetti assolutamente contrari a quelli di quello  naturale :

 caduta di capelli, ritenzione idrica, aumento della fame e del peso corporeo, acne, sbalzi di umore, mal di testa, senso di stanchezza,  ipertensione,   anomalie del profilo lipidico, della glicemia e della coagulazione del sangue.. 

Detto questo, pur essendo  un ormone  prettamente femminile, anche  all’uomo  – quando serve –  un po’ di progesterone  non guasta: aiuta a controllare gli estrogeni  e quindi a prevenire l’insorgenza di malattie cardiovascolari e osteoporosi,  l’ingrossamento della prostata, l’accumulo di grasso nel girovita e  le disfunzioni erettili 🙂

Per  informazioni ed appuntamenti : infochirurgiaesteticasicura@gmail.com / +39 348 9289744